Medicina sul lavoro

Il decreto legislativo 81 del 2008, meglio conosciuto come Testo Unico della sicurezza nei luoghi di lavoro ha regolamentato in modo complessivo e definitivo una materia molto ampia e delicata, che entra a stretto contatto con la vita stessa delle persone. Con l’introduzione del Testo Unico il datore di lavoro, o chi da esso delegato, risponde non solo amministrativamente ma anche penalmente della mancata osservanza delle normative o delle prescrizioni che da essa scaturiscono.

Il primo passo da fare per essere in piena regola con quanto previsto dal decreto è l’obbligo di redigere un documento di valutazione dei rischi presenti in un certo luogo di lavoro. Dalla redazione di tale documento scaturiscono poi tutti gli interventi e tutti i controlli a cui l’impresa dovrà rispondere. Un importante aspetto della sicurezza nei luoghi di lavoro è ad esempio rappresentato dalla medicina del lavoro.

Il medico chiamato a valutare le condizioni di salute dei lavoratori infatti è tenuto non solo a valutare le condizioni di salute generali dei lavoratori di un’azienda, ma anche a monitorare alcuni parametri fisici e biologici in relazione ai rischi che sono effettivamente presenti in un luogo di lavoro. Il medico del lavoro esegue infatti controlli periodici sui dipendenti dell’azienda e, qualora fosse presente un rischio per la salute, indica quali sono le mansioni che il lavoratore non potrà più svolgere per tutelare la propria salute.

Conflavoro Pmi Milano

Con il suo team di professionisti la Conflavoro Pmi Milano, risponde alle richieste delle Partite Iva, nell’assolvere le ottemperanze della vigilanza sanitaria. Per info contatta la segreteria provinciale.